3 Maggio 2015

POLLICINO, I SUOI FRATELLINI, LA SUA MAMMA E IL SUO PAPA’ PROTAGONISTI DI QUESTA STORIA

C’era una volta una catapecchia dove abitavano 7 fratelli con una mamma e un papà coi baffi grossi ed eleganti. Il minore dei figli è Pollicino, si chiamava così perché era il suo vero nome. Non avevano niente da mangiare: si nutrivano di pane secco (se c’era) e nutrirsi di pane secco è come non mangiare niente. Era una famiglia sfortunata e povera, erano dei poverini e dei disgraziati che subivano disgrazie che solo loro subivano. La donna dice al padre: “I nostri figli non hanno da mangiare, come li sfameremo?” e il padre risponde: “Voglio abbandonarli nel bosco sperando che qualche buonanima li raccolga per strada, gli dia da mangiare, li mantenga, li sfami, gli dia cose materiali soprattutto ma anche affetto e amore, perché sono giovani, piccolini e hanno bisogno d’affetto”. Pollicino sente che i suoi fratelli staranno male se si perderanno nel bosco e li vuole aiutare e lascia delle tracce con dei sassolini nel bosco, per non perdere la via dell’andare e del ritorno. Si sa che Pollicino era bravo, era il più piccolo ma il più furbo. Il padre li porta nel bosco e li molla lì, però ci ripensa e dice “Però…quasi quasi…li rivorrei in casa”. La madre invece è dura, un po’ più severa: “Mah, figli ingrati, dopo che vi abbiamo dato da mangiare il pane secco ci trattate così!” Erano figli un po’ bricconcelli e non ci si poteva fidare ciecamente. Litigano tra di loro, ma sempre a fin di bene. E finisce anche bene la storia perché avevano freddo nel bosco, erano mezzi ignudi, erano dei poverelli, non una famiglia di ricchi con tutte le fortune. La madre si commuove e riaccoglie a casa i figli e Pollicino ha riportato sulla retta via madre, padre e figli e gli danno un premio: lo ringraziano e gli danno una medaglia di ringraziamento.

Aggiungi immagine: 

Leave A Comment

(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.