9 Mar 2015

LA STREGA ZANITA

La strega Zanita faceva paura alla gente con la scopa in mano. Era brutta con la dentiera, fumava spinelli, i capelli neri carbone, il vestito puzzava di vino e fumo, le scarpe stracce e spaccate a meta', i piedi puzzavano di gorgonzola con le unghie nere. Era gobba e magra a tocchini con un naso di Pinocchio. La strega maligna del bosco faceva i soldi nel sacco magico mettendo le foglie di castagne. Con due sacchi di “sghei” se ne ando' al mercato. Compro': sigarette Diana rosse, toscani, cibo cinese, vestiti brutti non di marca, un pollo vivo, pesce, una pentola grande, un fornetto piccolo. Pago' con gli “sghei” dei due sacchi. Pero' dopo quattro ore gli “sghei” ridiventarono foglie di castagno e i commercianti rimasero molto male. Zanita abitava nel bosco in una casa piena di foglie, piena di erba, piena di tante altre cose. La gente del paese venne a rapirla e la porto' in caserma con le manette, senza cibo e senza niente. Rimase li' per due anni e dopo fecero il processo e la condannarono ad essere impiccata. Misero la corda al collo ma la strega Zanita si trasformo' in un mostro cattivo lungo 50 metri e scappo' nel bosco. La gente del paese ando' a cercarla a “Chi l'ha visto?" perche' non l'ha trovava piu'. E vissero tutti tristi e scontenti.

Autori: 

Leave A Comment

(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.