blog di zeus

Il grigio è un colore. Il grigio è un colore chiaro. Il grigio è un colore che sta mezzo a tutti gli altri, non pende da nessuna parte ma rimane fermo immobile. La mia maglia è grigia, il cubo della palestra è grigio, grigio come le mie scarpe, i sassi e i mattoncini sono grigi. Ci sono due grigi: grigio-nero e il grigio chiaro. Il cielo nuvoloso è un grigio scuro, quando piove non è tanto bello perché è tutto grigio, dà tristezza. Anche la neve diventa grigia con i fumi delle macchine. Anche quello dà tristezza.

La pazienza finisce e, quando finisce, viene la fine del mondo. Quando finisce la pazienza di tutti viene la fine del mondo e cadono le piante, gli animali scappano ma muoiono sotto terra. C'è la pioggia, trombe d'aria, terremoto, si sente della musica, musica italiana... I Pooh. Qualcuno ha acceso la radio, è una cassetta che qualcuno ha messo per farla sentire agli animali. Io nel frattempo sono nel prato a cantare. Guardo la fine del mondo e penso che le persone muoiono e poi resuscitano dalla terra: sono zombie. Mangeranno le persone e anche le dita.

Quando la nonna è morta sentivo dei rumori: erano o spiriti o fantasmi o forse c'era solo molto vento. Alcuni erano rumori di abitudini casalinghe, altri erano rumori di lei che ritornava a casa. Un po' mi faceva paura, poi la casa era al buio, con poca luce... Li sentivo la sera e il giorno e la mattina, li sentivo solo io e lo dicevo alle mie sorelle ma mi dicevano che non era niente, ma erano molto frequenti. Forse lo sentivano anche loro ma non me l'hanno mai detto, poi non c'ho più fatto caso neanch'io.

Prete funerali al cimitero,
prete fa funerali alle 5 a Nadro,
lo portano al cimitero,
portano carro funebre.
E te cosa fai?
Preghi!
Andate in pace tutti,
andate a casa a mangiare.

In questi giorni vorrei fare dei disegni che prendano spunto dalla realtà, che poi butto lì e come viene viene. Magari sbaglio, poi mi correggo e poi si spera che un risultato lo ottengo. Per esempio potrei fare il ritratto delle mie sorelle, disegnare come ci piaceva vivere, magari disegnare la casa stilizzata con noi dentro come se fossimo "Piccole donne", ovvero storie vere, non avventura. Oppure io che faccio ginnastica, faccio esercizi con la mente: concentrarmi a far bene la ginnastica.

9 Apr 2016

CHRISTO E' CONTENTO

Christo e' contento perché e' bello camminare sull'acqua. Christo risorto, artista tipo muratore, tipo meccanico di macchine da corsa. Io ho un po' paura di affogare, galleggio col salvagente. A Christo piacerebbe camminare sull'acqua, la passerella sarà risorta e un po' povera, si potrebbe galleggiare nel lago col costume guardando la gente dicendo: "Christo si tuffa nell'acqua". Speriamo che non diventi triste che poi ci resta male e scappa in un altro posto a fare Vruuuum con la macchina.

Axel
Scatole Magiche: 18 Maschere: 4 Giocattoli dei Nipotini: 16
Suggerimenti di Scagnozzo 800
Informazioni sulla Mappa
Uso dei Passaggi di Teletrasporto
Apertura Cancelli del Mondo
Accesso a una Pista
Porta Magica Bianca di Caricamento/Salvataggio
Apertura Cancelli del Mondo a Doppia Serratura
Livello dei Boss
Suggerimento sui Funghi 1-Up
Suggerimento su Bob-Omba
Durata della Sospensione
Benvenuto nel Nuovo Mondo!
Sfida NBA
Corsa delle Scatole Magiche
Suggerimento sul Derapage di Potenza

C'era una volta Piero si volta perché gli cade la scopa. Non era proprio uno sguattero, era uno che tiene pulita la casa. Puliva la casa col "Cif" e con lo straccio, la pulisce bene perché ha entusiasmo, entusiasmo che arriva dalla mente. Pulisce di corsa, ci mette 30 minuti. Gli cade la scopa e Piero se copa, è morto, non respira, la sua moglie non c'è e magari non è neanche sposato, anzi non è sposato, ha qualche amico che lo ricorderà dicendo una preghiera per lui. sanno che non ritornerà, non l'avevano informato di stare attento con la scopa: è per questo che è morto.

23 Mar 2016

ATTENTATO!

Martedì mattina verso le 8 attentato all'aeroporto di Bruxelles: molte persone impaurite correvano lungo il corridoio, bambini che piangono, tanti morti e feriti. Quando ho sentito alla radio cosa è successo mi è venuta la pelle d'oca. Non è la prima volta, ho sentito anche quello di Parigi. Io penso che in Italia non ne faranno, quindi sono tranquilla. E' stato un atto bruttissimo, non ci sono stati controlli perché se no questa cosa forse non sarebbe successa, anche se loro – i terroristi – sono stati più furbi dei poliziotti, si sono camuffati e sono entrati all'aeroporto.

Pagine