blog di zeus

La tragedia della Jugoslavia è stata brutta, è finita che sono morti tutti quanti, non c'è più nessuno. Bruciate case e chiese e tutto quanto, stabilimenti e capannoni. Campanili e campane e tutto quanto non ci sono più, ci sono rimasto male, “impapato” e mortificato. Sono scoppiate bombe, sparavano con i fucili, pistole e mitraglie e cannoni. C'era la guerra in Jugoslavia, come la tragedia del Vietnam in Asia, vicino alla Cina e anche al Giappone. In Siria è una roba brutta, ci sono guerre.

Uno marzo: compio gli anni, 48 anni e mi sento un po' vecchia. Non come la vecchia che bruciano, mi sento più vecchia perché è passato un anno da quando ho festeggiato l'ultima volta. Sono cresciuta di un anno e questo mi fa piacere. Tante donne si preoccupano invecchiando, e anche io mi preoccupo un po'; ci si preoccuppa per l'aspetto e per la salute, ma si soffre di più per l'aspetto. I regali mi fanno piacere, perché compiere gli anni è un traguardo in più e quindi è giusto prendere un premio.

Sotto le feste di Natale c'era un tunisino che abitava in piazza a Edolo, un tunisino grosso che per sbaglio o per nostalgia si è fatto passare per uno dell'ISIS. Scriveva su internet parole che inneggiavano al terrorismo, era un po matto. Se uno scrive di terrorismo è un po' matto da legare, è meglio scrivere del lago d'Iseo o scrivere che appena ci si alza si mangia la colazione, che poi se non si mangia viene il capogiro.

Tra due robot una cosa può esser bella, una cosa può essere brutta. Questa è una brutta. Si sono innamorati, stando vicini vicini come due piccioncini. Si sono conosciuti al lavoro, servono alla tavola: sono due camerieri. Tra robot è facile, ci si intende, però è anche difficile, perché l'amore non è sempre bello, ci sono i pro e i contro come tutte le cose. Non è sempre esaudibile l'amore tra due robot, ma gli uomini lo accettano, ci sono robot che vanno d'accordissimo tra di loro e fanno l'amore, ma non come in quegli amori appicicaticci.

Aiuto! Aiuto! E io ti aiuterò con quell’elmo. Wow! Grazie! Ti devo un favore. Dai, ranocchio! Aiutami a togliere questo elmo. Niente da fare, vecchio mio! Dovrai fare un salto al Santuario di Roccia e Fuoco. Ma che dia...? Murphy ha promesso di aiutarti. Non di toglierti l'elmo! Ah, sì? E come ci arrivo al Santuario, Murphy?! Prendi il sentiero attraverso la B.A.I.A (senza “delle”) B.A.L.E.N.E. La baia delle balene? Perché lo pronunci in quel modo? È pieno di succhia-sangue U.C.C.E (senza “lli”). Uccelli? Che schifo. Sempre meglio del F.A.N.G.O., (o no)? Come mai?!

I miserabili sono quelli poveri che non hanno niente e sono quelli dell'arcobaleno azzurro. Sono poveri e anche miserabili, perchè non hanno soldi e non hanno vestiti. Girano nudi con i calzoncini corti. I miserabili della squadra azzurra hanno finito di vivere, perché non hanno più soldi per comprare i vestiti. Mangiano le pappe molli tipo quelle che mangia l'Amerino, mangiano pane secco preso da un cestino. Fanno i costumi di tela con le stoffe, si lavano nel lavandino del bagno della cascina. Qui a Edolo c'è il bagno.

San Faustino è di Malonno e protettore di Brescia. Protegge Brescia dal cielo e dal paradiso: andando a Brescia c'è il pericolo che saltino fuori disastri e bombe atomiche, cannoni e bisogna fare attenzione ai carri armati: le guerre sono pericolose. San Faustino stava a Brescia centinaia e centinaia e migliaia di anni avanti Cristo dove c'è la cattedrale, c'era un periodo che comandava tutto lui, comandava le sue donne e i suoi uomini. Comandava lui come sant'Antonio d'Abate e le donne erano mezze matte e fuori di cervello e fuori di testa.

ARIETE: è un po' lazzarone, non ha tanta voglia di lavorare. Lo obbligano ma lui vorrebbe solo spassarsela, cambiare posto, cambiare zona. Sarà contento della sua vita ma non conoscerà persone importanti, vorrebbe che uscisse un po' caldo, un po' di sole, e fare qualche passeggiata lungo il fiume.
TORO: sarà un po' imbroglione e imbronciato. Vuol sempre prevalere e prevaricare, essere il primo su tutto, il “number one”, e per questo, essendo così cocciuto sarà un po' triste perché gli altri glielo impediranno.

Ci sono vari tipi di morte, magari una persona malata muore. Muore per malattia, muore per vecchiaia, muore perché ha fatto un incidente. Vuol dire così. Per non fare gli incidenti in macchina si può andare a piano. Per le malattie si può usare la chemioterapia, operarsi o fare la dialisi. Per la vecchiaia speriamo che prima o poi ci sia una cura adeguata, delle medicine apposta. Ci vorrà ancora tanto tempo, non si può dire quando, la vecchiaia sarà lieve e più lunga e si farà meno fatica.

Pagine